Blog

anno sabbatico
Generale

Anno sabbatico

Un anno sabbatico è una buona idea?

Dopo aver frequentato la scuola dall’età di 5 anni circa a 18 anni, non sorprende che l’idea di prendere un anno sabbatico – una pausa di 12 mesi – prima di iniziare il college o l’università possa sembrare molto allettante. Ma attenzione – un anno sabbatico non comporta uscire con i tuoi amici, guardare Netflix e solo in generale rilassarsi – deve arricchire le tue capacità ed esperienze e avere un risultato positivo, se non vuole finire per essere un’enorme perdita di tempo.

Gli anni sabbatici sono molto più popolari in Europa e nel Regno Unito che in America, dove la tendenza sta appena prendendo slancio. Alcuni scrittori e alcune scrittrici dicono che questo è dovuto al fatto che gli Stati Uniti sono stati costruiti su un’etica del lavoro che valorizza lo sforzo, il successo e il “salire” più della crescita personale e della sperimentazione. Una ragione più banale potrebbe essere l’aumento annuale delle tasse scolastiche e di altre tasse, che è una caratteristica comune dell’istruzione americana e incoraggia le persone a iscriversi a un corso non appena viene offerto loro un posto. Inoltre, gli studenti e le studentesse statunitensi che decidono di prendersi un anno sabbatico, dopo essere stati/e accettati/e da un’università, dovranno richiedere nuovamente un aiuto finanziario e ottenere il permesso di rinviare l’ingresso dal comitato di ammissione all’università – due processi abbastanza prolissi.

Tuttavia, il fatto che stia emergendo un’industria dell’anno sabbatico statunitense dimostra che la sua popolarità è in aumento. Inoltre, sia la Florida State University che la University of North Carolina Chapel Hill offrono già finanziamenti ad alcuni studenti e alcune studentesse che stanno prendendo un anno sabbatico, mentre Princeton offre un anno senza tasse scolastiche se si intraprende un “anno di trasformazione del servizio a tempo pieno”. Tuttavia, al momento solo il 3% degli studenti e delle studentesse negli Stati Uniti prende un anno sabbatico e il 90% di quelli che lo fanno decide di tornare all’istruzione a tempo pieno, mentre il 10% decide di esplorare altre strade e voltare le spalle alla vita accademica.

Quando devo fare domanda durante l’anno sabbatico?

Hai due opzioni: potresti decidere di rinviare l’iscrizione all’università fino alla fine dell’anno sabbatico e sfruttare ciò che hai raggiunto in quel periodo per arricchire e migliorare la tua domanda. In alternativa, potresti iscriverti all’università alla fine della scuola secondaria, insieme a tutti gli altri, e quindi fare un caso per rinviare il tuo posto all’anno successivo. Diamo un’occhiata a entrambe queste opzioni.

Se aspetti di candidarti alla fine del tuo anno sabbatico, potresti trovare un po’ più difficile ottenere referenze dai tuoi e dalle tue insegnanti, che potrebbero essere andati/e avanti e essere sostituiti/e, o avere una memoria meno chiara del tuo carattere e dei tuoi risultati. D’altra parte, avrai ricevuto i tuoi punteggi e il tuo diploma, quindi avrai una buona idea se hai soddisfatto i requisiti dell’università a cui desideri iscriverti e non dovrai preoccuparti di essere rifiutato/a perché i tuoi voti si sono rivelati troppo bassi.

Se decidi di iscriverti a un’università e poi rinvii il tuo posto, la maggior parte dei comitati di ammissione ti chiederà di produrre uno schema di ciò che intendi fare durante l’anno sabbatico prima che decidano se accettare. Altre università – e questo è spesso vero per i corsi di matematica – potrebbero aver bisogno di persuasione che il tuo anno sabbatico sarà produttivo e utile, e che è stato ben strutturato. Ancora altre università possono stabilire alcune condizioni. L’Università di Cambridge, ad esempio, chiede ai suoi candidati e alle sue candidate ingegneri/e di andare un po’ oltre e insiste sul fatto che continuino il loro lavoro accademico impegnandosi con siti Web specifici e raccomandati durante l’anno sabbatico. In breve, dovrai contattare le singole università per scoprire le loro politiche e atteggiamenti nei confronti dei rinvii e le eventuali condizioni che possono allegare per concordare un anno sabbatico.

Organizza il tuo tempo durante il tuo anno sabbatico. Acquisisci conoscenze, lavora sulle tue abilità, preparati per il tuo inizio dopo una pausa di 12 mesi.

Cosa posso fare nel mio anno sabbatico?

Il miglior criterio da utilizzare quando si decide come trascorrere l’anno sabbatico è valutare cosa un piano specifico potrebbe aggiungere al tuo CV, alle tue competenze e alle tue esperienze. Una scuola di pensiero sostiene che dovresti vedere l’anno sabbatico come un’opportunità per fare qualcosa che è strettamente correlato ai tuoi studi futuri. Ad esempio, potresti decidere di fare uno stage con un’azienda nel tuo campo e fare esperienza pratica di come sarà una carriera in questo settore – qualcosa che Forbes raccomanda vivamente. Se vuoi studiare le lingue, potresti trascorrere un anno immergendoti in una nuova cultura e affinando la tua conoscenza pratica della lingua, ad esempio lavorando come au pair. Allo stesso modo, se hai intenzione di studiare medicina, lavorare o fare volontariato in una clinica, un ospedale, una ONG o con un servizio in prima linea amplierà significativamente le tue conoscenze e ti darà le abilità pratiche che derivano dall’affrontare situazioni di vita reale.

Al contrario, in Europa l’anno sabbatico è spesso visto come l’equivalente del 21° secolo del Grand Tour del 18° secolo, che ha visto migliaia di europei benestanti muoversi in tutto il continente, al fine di ammirare la sua architettura, arte e siti storici. Gli studenti e le studentesse europei/europee dell’anno sabbatico spesso decidono di perseguire interessi puramente personali: fanno escursioni sull’Himalaya, si stabiliscono in ashram in India, raccolgono frutta in Australia, imparano come immergersi nel Mar Rosso e diventano membri dell’equipaggio su yacht e navi da crociera. Queste opzioni offrono ovviamente competenze trasversali, sono spesso eccitanti e indimenticabili e aiutano le persone a decidere cosa vogliono davvero fare della loro vita e cosa le rende felici. In molti modi, questo tipo di anno sabbatico è un’esperienza positiva, ma potresti avere più problemi a convincere un’università ad accettare di rinviare il tuo posto se vuoi tosare le pecore in Nuova Zelanda che se hai organizzato uno stage con una multinazionale consolidata. Ricorda, i comitati di ammissione stanno valutando il tuo impegno accademico e i tuoi talenti e non la tua crescita personale!

Gli svantaggi di prendere un anno sabbatico:

– A meno che tu non sia concentrato/a e ben organizzato/a, il tempo ti sfuggirà e finirai per sprecare un anno intero, avendo una vacanza prolungata e non pagata.

– La maggior parte dei tuoi amici e delle tue amiche di scuola andrà direttamente all’università e ti troverai fuori passo con loro mentre iniziano la loro nuova vita accademica. Potresti finire per essere depresso/a e sentirti emarginato/a e un/a estraneo/a mentre condividono esperienze comuni, preoccupandoti di essere stato lasciato indietro.

– Una minoranza di studenti e studentesse che prendono un anno sabbatico decidono di non continuare con la loro istruzione superiore perché perdono l’abitudine e il desiderio di studiare e non sono più motivati/e a continuare il loro percorso accademico.

Potresti indebitarti, in particolare se decidi di trascorrere gran parte del tuo anno sabbatico viaggiando. Il viaggio è costoso: le tariffe aeree, l’assicurazione, i visti, l’alloggio e le spese generali aumentano presto, e non vi è alcuna garanzia che sarete in grado di trovare immediatamente un lavoro occasionale.

Molte delle opportunità organizzate per l’anno sabbatico pubblicizzate su Internet sono di breve durata e comportano commissioni estremamente elevate. Quindi, mentre potrebbe sembrare fantastico trascorrere due settimane in campeggio in Alaska, questo costa circa 2.000 euro, un viaggio di tre settimane lungo la costa orientale degli Stati Uniti arriva a 2.200 euro e molti progetti di conservazione sono ancora più costosi e di altrettanto breve durata. La maggior parte dei progetti di conservazione di animali, marini ed ecosistemi dura da 2 a 12 settimane e costa fino a 4.000 euro, più biglietto aereo, induzione, attrezzature ecc. Se si decide di rimanere per tre mesi. Se volevi passare un anno solo a fare volontariato, puoi facilmente spendere più di 25.000 euro passando dalla costruzione di una scuola in Nigeria al salvataggio del lamantino in California.

– Mentre ci sono collocamenti stagionali, contrattuali e temporanei disponibili, e questi sono pagati, di solito a tariffe locali, la concorrenza per questi è feroce e la domanda varia da stagione a stagione.

Le restrizioni COVID-19 si applicano ancora in molti paesi e viaggiare non è così facile o senza problemi come lo era in passato, quindi non vuoi pianificare un intero anno sabbatico solo per scoprire che le frontiere si sono improvvisamente chiuse ai visitatori.

– Se decidi di assumere un posto di volontariato, assicurati di scegliere un’azienda rispettabile. Internet e i social media sono una grande risorsa per controllare i dettagli e leggere il feedback degli altri e delle altre. Non dimenticare che questi tipi di esperienze di anno sabbatico hanno scadenze specifiche e che ci vuole un bel po’ di tempo per iscriversi, organizzare, ottenere le vaccinazioni obbligatorie e prenotare i voli ecc. Non immaginare di poter scatenarti in un “tour della povertà” e iniziare a costruire una clinica, introdurre nuove pratiche sanitarie o agricole alla gente del posto o svolgere un ruolo nelle loro vite.

Posso prendere un anno sabbatico prima di iniziare il mio diploma post-laurea?

Sì.

Prendere un anno sabbatico prima di iniziare un Master è comune e, se hai intenzione di studiare un MBA, ad esempio, la tua domanda sarà molto più forte e più probabile che abbia successo se hai un CV robusto e due o più anni di esperienza lavorativa.

In conclusione:

Gli anni sabbatici ti offrono lo spazio e il tempo per valutare il tuo futuro e l’opportunità di apprendere nuove competenze, perseguire i tuoi interessi e ampliare le tue esperienze. Devi pianificare e strutturare attentamente il tuo anno sabbatico e assicurarti che aggiunga valore al tuo CV. Devi essere disciplinato, seguire ed evitare la tentazione di perdere tempo a oziare in casa. Alla fine, il tuo anno sabbatico sarà brillante come il pensiero e lo sforzo che ci hai messo – quindi fai ricerca e pianificazione e goditi un fantastico anno sabbatico!