Blog

< img src=”brexit-blog.png” alt=”Inghilterra dopo la Brexit studiare nel Regno Unito">
Regno Unito studiare all'estero

Inghilterra dopo la Brexit: è ancora la scelta giusta?

Inghilterra dopo la Brexit: cosa significa?

Tutto quello che devi sapere sull'Inghilterra dopo la Brexit

Inghilterra dopo la Brexit 

Stai studiando nel Regno Unito e ti chiedi come la Brexit ti influenzerà? O forse stai pensando di iscriverti a un’università britannica ma ti senti confuso dall’intera situazione della Brexit e da cosa verrà dopo? Continuare a leggere!

Prima della Brexit, i cittadini dell’EU potevano realizzare il loro sogno di andare in un’università nel Regno Unito abbastanza facilmente. Il Regno Unito presentava una serie di vantaggi rispetto, ad esempio, agli Stati Uniti, poiché era vicino, le formalità erano semplici e i prestiti studenteschi disponibili rendevano i costi per gli studi ragionevolmente bassi. 

Che cosa è cambiato dal 31 gennaio 2020?
Ecco un riassunto della situazione attuale:

  • Le tasse di iscrizione annuali per gli studenti dell’EU sono £ 9.250. È possibile ottenere un prestito governativo a condizioni molto ragionevoli (proprio come quelli offerti ai cittadini britannici).
  • Le tasse universitarie per gli studenti internazionali vanno da £ 10.500 a £ 33.000 (per Medicina). Il governo del Regno Unito non offre prestiti per coprire i costi delle tasse scolastiche.
  • I requisiti di ammissione sono molto simili, ma gli studenti la cui prima lingua non è l’inglese, devono presentare prove del loro livello linguistico fornendo un certificato, ad esempio l’IELTS.

Studiare in Inghilterra dopo la Brexit – L’anno accademico 2019/2020
Tutti coloro che hanno già iniziato a studiare nel Regno Unito continueranno i loro studi sulla stessa base di quando hanno iniziato – e non ci saranno cambiamenti. In pratica, ciò significa che se sei iscritto ufficialmente come studente in Gran Bretagna, i costi delle tasse scolastiche non aumenteranno, continuerai ad usufruire del finanziamento riservato agli studenti europei e i termini di rimborso non cambieranno.

Studiare nel Regno Unito dopo la Brexit – L’anno accademico 2020/2021
Se inizierai a studiare nel Regno Unito nel 2020, scoprirai che nulla cambierà durante i tuoi studi e si applicheranno le stesse regole, i prestiti e i costi delle tasse resteranno equivalenti alla situazione presente prima della Brexit.

Studiare in Gran Bretagna dopo la Brexit – e poi?
Il periodo di transizione per la Brexit termina il 31 dicembre 2020. Le persone che hanno iniziato i loro studi entro questa data, dopo aver presentato i documenti pertinenti entro il 30 marzo 2021 (e che si sono registrati e hanno acquisito lo status consolidato) potranno proseguire gli studi e vivere nel Regno Unito.
Il costo delle tasse universitarie per gli studenti italiani è ancora sconosciuto. Non sappiamo neanche se sarà possibile ottenere il finanziamento. 

La situazione è senza speranza?

No!

Le statistiche relative al periodo 2017/2018 rivelano che il 6% degli studenti nel Regno Unito proveniva dall’EU. Se guardiamo solo alle tasse universitarie che ogni studente ha pagato – £ 9.250 all’anno – questo ammonta a circa £ 1,3 milioni. Aggiungendo l’effetto positivo che l’accoglienza degli studenti internazionali, la promozione del multiculturalismo nel campus e il contributo che apportano all’espansione della ricerca all’università, sembra improbabile che il governo inglese volterà le spalle a questi benefici.

Qual è la potenziale soluzione a questo problema, se il governo non offrirà più prestiti?
Un’opzione è che le borse di studio verranno concesse dalle singole università. Questa è un’ipotesi, ma molto realistica.
Diamo un’occhiata agli Stati Uniti. Le migliori e più prestigiose università ricavano solo una percentuale molto piccola dai loro candidati e un numero ancora più piccolo di questi è in grado di pagare per i propri studi. Ciò ha portato alla creazione di un sistema di borse di studio, che tiene conto della situazione finanziaria di ciascuno studente. L’università valuta quanto uno studente può permettersi di pagare e compensa la differenza.
Questo tipo di sistema si basa sul desiderio che l’università possiede nell’avere un determinato studente nelle sue classi. Se un’università trova uno studente molto valido offrirà lui il sostegno finanziario che renderà possibile la sua iscrizione.
Inoltre, il 14% degli studenti del Regno Unito – circa 328.000 in totale – sono studenti internazionali. Le università britanniche non vorranno perderli.

Studiare in Inghilterra dopo la Brexit 

Ne vale ancora la pena?
La risposta è semplice -sì. 

Otterrai una laurea in una delle migliori università del mondo e beneficerai di un approccio pratico all’insegnamento, incoraggiamento del pensiero creativo e indipendente con un supporto tecnologico e moderno.
Tutte queste caratteristiche attraggono i giovani e li ispirano a iniziare l’istruzione superiore in un’università occidentale. 

< img src=”content-brexit-blog.png” alt=”Inghilterra dopo la Brexit le informazioni da sapere">