Come passare la tua maturità senza stress!


Come passare la tua maturità senza stress

La Maturità si sta avvicinando. È importante prepararsi con largo anticipo, così quando ti siederai agli esami, ti sentirai sicuro e rilassato. Per raggiungere questo obiettivo, bisogna pianificare lo studio.

Lo studio dell’ultimo minuto è frenetico, inefficiente e non raccomandato. Vuoi essere la tartaruga di Esopo, non la lepre – e ricordiamo tutti chi ha vinto quella gara! A partire da oggi, scrivi un elenco degli argomenti e decidi quali sono quelli da rivedere di più. Successivamente elabora un orario da rispettare. Sii realistico e non fissarti obiettivi impossibili. È meglio programmare due ore di studio al giorno piuttosto che decidere di farne quattro ogni notte, e tutti i sabati e le domeniche. Perché fidati, non lo farai. E se non riuscirai a raggiungere questi obiettivi irrealistici, finirai per sentirti colpevole e deluso da te stesso. Quindi, non prepararti a fallire.

Una volta stabilito ciò di cui hai bisogno per concentrarti, scrivi il tuo calendario su un grande foglio di carta e fissalo al muro, o sul lato di un armadio, sopra una scrivania, ecc. Assicurati di prendere in considerazione qualsiasi impegno familiare, uscite, allenamenti sportivi ecc.. Ogni volta che finisci una sessione di ripasso, spuntala, così puoi vedere quanto hai fatto mentre passano le settimane e sentirti soddisfatto dei tuoi progressi.

Il posto in cui studi è tanto importante quanto quello che studi. Trova un luogo confortevole, dove puoi concentrarti al meglio. Assicurati che sia ben illuminato, ventilato e abbastanza silenzioso e che non ci siano distrazioni intorno a te. Se vuoi studiare con la musica, abitudine non da tutti, allora devi sapere che ricerche scientifiche hanno dimostrato che solo la musica strumentale aiuta efficacemente come sfondo adatto.

Ricorda anche che il tavolo della cucina è probabilmente il posto peggiore per studiare in casa!

Assicurati di avere un orologio, in modo che tu possa cronometrare te stesso (il tempismo è essenziale alla maturità) e fai delle pause regolari. Alcune persone possono concentrarsi solo per 20 minuti alla volta, altre resistono per 50 minuti prima che i loro livelli di concentrazione diminuiscano. Conosci te stesso e quanto tempo riesci a restare concentrato prima di fare una breve pausa per, diciamo, cinque minuti. Alzati dalla sedia, muoviti, sgranchisciti, fatti una tazza di caffè o prendi un bicchiere d’acqua.

Il ripasso può sollevare argomenti che ancora non capisci. E questo è perfettamente OK. Annota tutte le domande che hai e portale a scuola, così potrai chiedere a un professore di spiegartelo di nuovo. Non puoi permetterti di lasciare che l’imbarazzo ti impedisca di chiarire le tue lacune, altrimenti sprecherai tanta energia preoccupandoti di spiegare l’argomento adeguatamente piuttosto che in maniera concreta e comprensibile e questo sicuramente aggiungerebbe maggiore stress.

Infine, è importante capire che tipo di studente sei: sei un tipo visual o un tipo uditivo? Hai bisogno di scrivere le cose per ricordarle? O forse impari e ti ricordi più facilmente se spieghi ad alta voce agli altri? Qualunque sia il tuo metodo di studio, devi usarlo mentre stai ripassando per la maturità. Se i suggerimenti visivi ti aiutano a imparare, fai attenzione alle note Post-it e disegna diagrammi di flusso e schemi semplici per collegare gli argomenti. Se hai bisogno di ascoltare informazioni per ricordartele, leggi ad alta voce. E se riesci a organizzare meglio i tuoi pensieri condividendoli con altri, organizza un piccolo gruppo di studio, in modo da ripassare gli argomenti con i tuoi compagni.

Infine, ricorda che la maturità non è progettata per farti fallire o per bocciarti ma per vedere cosa sai e come pensi. Non è una sfida enorme e stressante se sei preparato. Pensa agli esami di maturità come un’opportunità per brillare, una grande opportunità per mostrare quanto sei bravo e quanto hai imparato a scuola. Sii positivo, il traguardo non è lontano.
Inizia a pianificare ora e i tuoi esami di maturità saranno senza stress e, oserei dire, un gioco da ragazzi …

In bocca al lupo!